Sangue nelle feci del gatto: Cosa vuol dire?

Hai notato del sangue nelle feci del tuo gatto? Può manifestarsi in diverse forme: grumi di sangue nelle feci, diarrea sanguinolenta o feci scure, dense e grumose.

IMPORTANTE: se riscontri del sangue nelle feci, devi immediatamente rivolgerti al veterinario, perché potrebbe essere un sintomo di moltissime malattie. Se possibile, metti un campione di feci in una bustina di plastica per farlo esaminare dal veterinario.

Cosa causa il sangue nelle feci?

La causa fondamentale del sangue nelle feci del gatto è il sanguinamento gastrointestinale. Il colore è in grado di fornire più informazioni sull’origine del problema.

Il sangue di colore rosso acceso indica ematochezia, ovvero sanguinamento nella parte bassa della zona gastrointestinale, mentre le feci scure e grumose indicano sanguinamento nella parte alta della zona gastrointestinale (melena).

Ecco quali sono alcune cause dietro al sanguinamento gastrointestinale:

  • Infezioni parassitarie: spesso non manifestano alcuni sintomi, ma nei casi più seri, le feci sanguinolente sono il primo sintomo notato dai padroni.
  • Infezioni batteriche nel tratto gastrointestinale, come ad esempio salmonellosi o campilobatteriosi.
  • Infezioni virali nel tratto gastrointestinale, come la peritonite felina infettiva o la panleucopenia felina.
  • Colite, conosciuta anche come infiammazione del colon.
  • Problemi alle ghiandole anali. Le ghiandole anali si trovano nella zona dell’ano e sanguinano se sono infiammate, o piene. In questo caso, il gatto potrebbe sfregare frequentemente il sederino a terra, per trovare un po’ di sollievo.
  • Costipazione. La costipazione e le feci dure danneggiano le pareti intestinali e l’ano, rischiando di causare anche il sanguinamento.
  • Intolleranze alimentari: causano diversi sintomi tra cui diarrea sanguinolenta.
  • Un corpo estraneo potrebbe danneggiare le pareti del tratto gastrointestinale e provocare la presenza di sangue nel vomito o nelle feci.

Altri sintomi a cui fare attenzione?

A prescindere dalla causa, il sangue nelle feci deve essere un campanello d’allarme. Devi portarlo subito dal veterinario, che ti sarà grato se sarai in grado di dargli qualche altra informazione sulle condizioni del tuo gatto.

Ecco quali sono altri sintomi a cui fare attenzione:

  • Scarso appetito: il rifiuto di mangiare potrebbe causare diversi problemi, tra cui una lunga lista di malattie. Se il tuo gatto sembra mangiare meno del solito, cerca di farlo mangiare a tutti i costi per evitare il danneggiamento degli organi interni.
  • Vomito: il vomito è un sintomo comune di problemi gastrointestinali, come l’ingerimento di un corpo estraneo o infezioni. Nel vomito potrebbero essere presenti tracce di sangue.
  • Sforzo nella lettiera: se il gatto si sforza nella lettiera o esce da quest’ultima, potrebbe essere perché sente dolore al momento dell’evacuazione. La causa potrebbe essere stitichezza o un’infezione.
  • Addome gonfio: spesso un addome gonfio indica la presenza di vermi. Altri sintomi comuni sono il cambio d’appetito e la perdita di peso. Qui puoi trovare la lista completa dei sintomi manifestati dai gatti che hanno i vermi.
  • Consistenza delle feci. Se le feci sono lente, il problema potrebbe essere un’infezione, un parassita o un corpo estraneo. Se le feci sono dure, il problema potrebbe essere la stitichezza.

Anche se è relativamente comune, il sangue nelle feci non va assolutamente ignorato. Infatti, dal momento che è causato dal sanguinamento interno, è un sintomo serio in ogni specie animale. Se vedi del sangue nelle feci del tuo gatto, portalo subito dal veterinario.